Distretto tessile pratese è Detox

E' la prima volta che intera filiera sposa iniziativa Greenpeace

(ANSA) - MILANO, 11 FEB - Venti aziende del distretto tessile di Prato, il più grande d'Europa, hanno sottoscritto l'impegno Detox di Greenpeace, lo standard più elevato per una produzione senza sostanze tossiche nel settore della moda. Il distretto pratese rappresenta circa il 3 per cento della produzione tessile europea. Da Prato vengono esportati ogni anno più di 2,5 miliardi di euro di prodotti realizzati per marchi come Burberry, Prada, Valentino, Armani e Gucci. E' la prima volta - sottolineano da Greenpeace - che lo standard Detox viene adottato collettivamente da intere filiere produttive. L'accordo interessa più di 13 mila tonnellate di filati e materie prime e oltre 13 milioni di tessuto prodotti ogni anno. La campagna Detox di Greenpeace chiede ai marchi della moda di impegnarsi nell'eliminare l'utilizzo di tutte le sostanze chimiche pericolose entro il 2020. Tra gli aderenti alla campagna ci sono i gruppi Miroglio e Inditex e marchi come Valentino, Adidas, H&M e Burberry.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Imprese & Mercati

Rudi Baldi - Beagle di Torrimpietra

Da Fonteposca a Beagle di Torrimpietra: Rudi Baldi è una certezza nel panorama cinofilo internazionale

«Qualità e quantità non vanno di pari passo quando si parla di beagle: meglio averne pochi, ma di eccellenza - spiega l'allevatore toscano - un'attività del genere va fatta solo per passione»



Responsabilità editoriale di Pagine SÌ! S.p.A.
Vai alla rubrica: Pianeta Camere