A Montalcino centrale smistamento coca

8 misure cautelari, coinvolti lavoratori aziende vitivinicole

(ANSA) - SIENA, 20 GEN - Avevano creato una centrale di smistamento della cocaina in provincia di Siena, approfittando della copertura derivante dal loro lavoro in 3 aziende vitivinicole di Montalcino. La droga era destinata a imprenditori del luogo per festini e serate nei locali. E' quanto hanno scoperto i carabinieri di Siena, spiega l'Arma, che hanno eseguito 8 misure cautelari nei confronti di italiani e albanesi. Altri 15 gli indagati. Sequestrati 4 kg di droga, 20.000 euro al mese il giro d'affari stimato.

Secondo quanto spiegato lo spaccio avveniva anche all'interno delle tre aziende vitivinicole di Montalcino: all'oscuro i titolari delle ditte, coinvolti alcuni loro dipendenti. Riguardo alle misure cautelari, cinque sono agli arresti, destinatri 3 operai vitivinicoli albanesi da anni residenti a Montalcino, un commerciante di auto di Roma anch'esso albanese e un cuoco di San Quirico d'Orcia. Altre tre ordinanze dell'obbligo di dimora scattate invece per moglie e marito di Buonconvento e per l'amministratore di un'azienda vinicola di Montalcino. A seguito delle perquisizioni è stata poi arrestata in flagranza di reato anche la moglie di uno degli indagati: nell'abitazione della coppia trovati 250 grammi di marijuana e 100 grammi di cocaina occultata in una confezione di detersivo. Secondo le stime dei militari, ogni settimana sarebbe stato spacciato mezzo chilo di cocaina.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Imprese & Mercati



Aldo Liquori - Fattoria Casabianca

Fattoria Casabianca, come nasce un vino d'eccellenza

A Bucine (AR) c'è un'azienda che fa della tradizione e dell'innovazione la propria stella polare. Il risultato è una produzione vinicola di livello internazionale


Responsabilità editoriale di Pagine SÌ! S.p.A.
Vai alla rubrica: Pianeta Camere