Percorso:ANSA > Terra&Gusto > Vino > Guerrieri Rizzardi entra tra Famiglie Amarone d'Arte

Guerrieri Rizzardi entra tra Famiglie Amarone d'Arte

Presidente Allegrini, si dimostra attualità nostro manifesto

13 marzo, 17:50

VERONA - Nuovo ingresso nell'elite della produzione di vini d'eccellenza della Valpolicella. L'azienda agricola Guerrieri Rizzardi, storica famiglia veronese del vino, entra a far parte delle Famiglie dell'Amarone d'Arte. Lo ha reso noto Marilisa Allegrini, presidente delle Famiglie. Sale così a 12 il numero delle aziende vitivinicole veronesi nella compagine che celebra la storia della produzione di Amarone. "Questa adesione conferma che il 'manifesto' adottato sei anni fa è di grande attualità e continua a costituire una bussola per il futuro di un territorio che coniuga saggezza, tradizione e costante innovazione per la produzione di un vino di autentica nobiltà, sempre più apprezzato nel mondo", ha detto Allegrini.

L'Azienda Agricola Guerrieri Rizzardi nasce dall'unione di due antiche famiglie veronesi: i Conti Guerrieri, proprietari di una secolare tenuta con vigneti e cantina in Bardolino, e i Conti Rizzardi, che acquistarono i loro vigneti a Negrar nel 1649, e costruirono la storica cantina di Pojega poco dopo. A inizio '900 le due famiglie si unirono in matrimonio e nacque l'azienda agricola Guerrieri Rizzardi: la prima annata in etichetta è il 1914. I titolari attuali sono Giuseppe e Agostino Rizzardi con la madre Maria Cristina Loredan Rizzardi. Ha vigneti di proprietà su un centinaio di ettari, una produzione di circa 900.000 bottiglie, con vendite in crescita soprattutto all'estero. "Siamo molto contenti di associarci a questo gruppo di prestigiosi produttori della Valpolicella, uniti dal carattere familiare delle loro aziende e dalla passione per i vini di qualità che qui producono. Pensiamo sia un'ulteriore opportunità di sviluppo per Guerrieri Rizzardi, per fare conoscere l'Amarone nel mondo assieme a tante altre aziende familiari di successo", ha detto Giuseppe Rizzardi. (ANSA).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati