Percorso:ANSA > Terra&Gusto > Vino > Vini nati su sponde laghi, 200 in degustazione a Laghidivini

Vini nati su sponde laghi, 200 in degustazione a Laghidivini

54 cantine da 38 comuni lacustri a Bracciano 20-22 giugno

04 giugno, 13:50
Vigneti sulle sponde del lago Arancio, vini in degustazione a Laghidivini Vigneti sulle sponde del lago Arancio, vini in degustazione a Laghidivini

BRACCIANO (ROMA)- Il più a Nord è Caldaro, in provincia di Bolzano, quello più a Sud il lago Arancio, in provincia di Agrigento. Sulle sponde di 38 specchi d'acqua dolce si producono vini peculiari che spaziano dal colosso Franciacorta sul lago d'Iseo a 'chicche' come la Vernaccia degli stagni di Cabras, in Sardegna. Tutte queste peculiari realtà enologiche, oltre 200 vini di 54 aziende, verranno raccontate, coi loro ecosistemi, e degustate a ''Laghidivini'', settima edizione del Festival ospitato dal 20 al 22 giugno all'interno del Complesso Conventuale di Santa Maria Novella nel centro storico di Bracciano, a pochi passi dal Castello Odescalchi.

L'edizione 2014, presentata a Roma presso il Centro Servizi delle Azienda Romana Mercati, si preannuncia ricca e dinamica e a impatto quasi zero, grazie a collaborazioni col consorzio Rilegno per il riutilizzo del sughero, con l'Officina delle Idee per stand e food design, nonché per la fruizione del festival attraverso mezzi pubblici. 'Utilizzeremo l'acqua pubblica dell'acquedotto locale finalmente a norma'' ha annunciato soddisfatta l'ideatrice del festival, Sandra Ianni, sommelier ed esperta in cultura dell'alimentazione e presidente dell'associazione Epulae Bracciano. Laghidivini, vanta quest'anno, oltre al rinnovato patrocinio del Comune di Bracciano, anche quello della Regione Lazio.

In collaborazione con Slow Food nella piazza del Castello verrà allestito il 'Mercato della terra' con voce narrante dei produttori locali, mentre grazie a una collaborazione con Rai Teche verrà proiettato in esclusiva un filmato di 30 minuti sulla storia della viticoltura. Per gli amanti del teatro uno spettacolo a tema mondo di Bacco della compagnia Il Battello. Tra le numerose presentazioni di libri, il vicepresidente Epulae Mario Liberto con 'Cuscus (sabato ore 18,15), Alessandra Moneti con 'Ci salveranno gli chef (sabato ore 20), Giancarlo Rolandi con Hostaria Cinema.

Sommelier, esperti, e i produttori in prima persona guideranno le degustazioni, che per la prima volta saranno anche in lingua francese ed inglese. Per i wine lovers da non perdere gli incontri sul Falerno, un vino che ha 2000 anni, sul Muffato prodotto a Baschi in Umbria, e sulla Vernaccia sarda. Spazio anche ai vini dei capi di stato, il ''Vino della Pace'' prodotto a Cormons da 855 vitigni di tutto il mondo, con 30 anni di etichette di artisti internazionali esposte all'Archivio storico. Per Laghidivini sarà a ingresso gratuito il Museo Civico dove è stato messo a punto un percorso sensoriale, ma tutte le degustazioni dei vini lacustri avranno un approccio multisensoriale come dimostra il percorso olfattivo e il focus sui vini medicinali, ha concluso la curatrice.

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati