Percorso:ANSA > Terra&Gusto > Speciali > Vinitaly: Martina, puntiamo alla semplificazione

Vinitaly: Martina, puntiamo alla semplificazione

Da qui dodici mesi fa lanciammo 'Campo libero' che ora è realtà

22 marzo, 14:20

VERONA - Dal palco del Vinitaly il Ministro Maurizio Martina sottolinea l'importanza della semplificazione e della sburocratizzazione per rendere più agevole il lavoro della aziende del comparto vitivinicolo: ""E' un dovere per me rendicontare il lavoro fatto in dodici mesi, perché proprio da qui lo scorso anno noi lanciammo un progetto, 'Campo libero', per provare a praticare la semplificazione più che a predicarla, con una sfida molto ardua davanti: provare a riorganizzare il rapporto tra pubblica amministrazione e settore vitivinicolo con la consapevolezza che quando parliamo di vino italiano parliamo della nostra punta di diamante, in un rapporto straordinario tra tradizione e innovazione. Questo settore racconta meglio di altri cosa significa stare con i piedi nella storia e guardare in faccia il mondo, sfidandolo. Io penso di poter dire che abbiamo fatto dei passi importanti, perché alcuni concetti che abbiamo lanciato stanno diventando prassi. Abbiamo cambiato il modo di concepire alcuni provvedimenti, dall'idea delle autorizzazioni a quella della comunicazione: in questo passaggio c'è un pezzo della svolta necessaria per sburocratizzare e semplificare, per rendere la vita delle aziende più semplici. 'Usare Vinitaly' come volano per potenziare delle iniziative, dice il ministro Martina, per fare passi in avanti per dare spazio al vino più che ai documenti e alleggerire così l'iter del comparto: " Il registro unico ora è decreto, impostato con il Ministero dell'Interno, che ora va al vaglio della conferenza Stato Regioni, ma nel giro di poche settimane siamo già al dunque. Possiamo rendere praticabile il registro unico dei controlli per le imprese agricole, il che è una vera svolta, anche se non semplice. Costruire un punto di equilibrio tra la garanzia del controllo assoluto, elemento di qualità formidabile per il sistema vitivinicolo, e il tema della semplificazione, è una bella sfida: ora siamo ad un punto di svolta perché se passa, come passerà, noi metteremo in pratica una delle tante svolte annunciate per anni e anni. Inoltre abbiamo semplificato i documenti per il trasporto del vino, abbiamo tagliato già diversa burocrazia, buttando 64000 documenti che le aziende avevano sul groppone".

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati