Percorso:ANSA > Terra&Gusto > Prodotti tipici > BUCARtE – Buchi pazzeschi in mostra , l’Emmentaler come musa

BUCARtE – Buchi pazzeschi in mostra , l’Emmentaler come musa

Buchi del formaggio svizzero tema mostra a Milano

04 marzo, 17:08
I buchi del buon gusto, di Maria Jole Serreli I buchi del buon gusto, di Maria Jole Serreli

MILANO - I buchi dell’Emmentaler Dop, da sempre sinonimo di Svizzera a tavola, sono il leit-motiv di “BUCARtE – Buchi pazzeschi in mostra”.

La più celebre delle eccellenze casearie elvetiche incontra l’universo della creatività artistica in un inedito concorso d’arte organizzato in occasione della terza edizione di Affordable Art Fair Milano, che non riafferma solo il sottile legame fra arte e impresa, ma che ha voluto incoraggiare i talenti emergenti a trovare nuove forme espressive per la propria creatività.

Switzerland Cheese Marketing Italia, che tutela e promuove l’identità dei Formaggi dalla Svizzera presenti sul territorio nazionale, ha invitato artisti italiani e stranieri a reinterpretare – attraverso qualsiasi forma artistica – le occhiature dell’Emmentaler, che diventano per l’occasione simbolo e metafora del rapporto tra pieno e vuoto.

A vincere “BUCARtE – Buchi pazzeschi in mostra” è stata l’opera in tecnica mista (stucco, acrilici, specchio e carta su tela) I buchi del buon gusto della pittrice e scultrice autodidatta Maria Jole Serreli, classe 1975, che ripropone nelle tonalità del rosa cipria una Svizzera dai contorni sfumati, da cui emergono, con la prepotenza della profondità, buchi di dimensioni diverse.

Si piazza al secondo posto Artemmentaler di Giuseppe Borella, agglomerato in legno dal sembiante di un dipinto, che rappresenta, su sfondo nero, una Svizzera dai confini ben definiti e una vera e propria “occhiatura” Emmentaler-style. Sul terzo gradino del podio, invece, la fotografia digitale Buco di tempo di Linda Paoli, in cui, sul movimento in dissolvenza di una mano, si staglia nitido un altro dei simboli dei ventisei cantoni: l’orologio, che con la sua forma circolare diviene nuova metafora dei buchi dell’Emmentaler.

La produzione dei formaggi svizzeri è da sempre considerata antica e sapiente forma d’arte, fatta di conoscenza e amore per il territorio e per i suoi prodotti. Switzerland Cheese Marketing Italia lo ricorda nuovamente quest’anno: dal 7 al 10 marzo “BUCARtE – Buchi pazzeschi in mostra”, è in mostra negli spazi di Superstudio Più a Milano con una selezione delle opere presentate, scelta dalla Commissione giudicatrice.

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati