Percorso:ANSA > Terra&Gusto > Mondo Agricolo > Latte:Cia-Confagri al Tar per disparità allevatori premi Pac

Latte:Cia-Confagri al Tar per disparità allevatori premi Pac

Contro Mipaaf e Aia, cambio di rotta inaccettabile

05 maggio, 15:46
(ANSA) - ROMA, 5 MAG - Cia e Confagricoltura annunciano il ricorso al Tar di Roma contro il ministero delle Politiche agricole e l'Associazione Italiana Allevatori (Aia) per annullare il decreto che crea disparità tra gli allevatori, in quanto limita i premi accoppiati per il settore latte all'iscrizione dei capi nei libri genealogici o nel registro anagrafico delle razze bovine e all'iscrizione ai controlli funzionali latte. ''In un momento in cui il settore lattiero caseario si trova in una fase d'incertezza dettata dalla fine delle quote produttive e dal prolungarsi dell'estrema volatilità del mercato - precisano - l'esclusione di una vasta platea di beneficiari dai premi accoppiati della Pac non può essere tollerata''. Con i provvedimenti attuativi delle disposizioni comunitarie, invece di prospettare un premio per tutti gli allevatori e per le zone marginali, spiegano, lo si è previsto solo a vantaggio di aziende che fanno riferimento all'Aia; ''un cambio di rotta - osservano Cia e Confagri - ingiustificabile e in palese contrasto rispetto alla normativa comunitaria, che rischia di vanificare le ricadute positive delle misure contenute nel decreto legge sui settori in crisi approvato dal Governo la scorsa settimana''. Tra l'altro, concludono le organizzazioni, l'iscrizione nei libri genealogici o nei registri anagrafici (detenuti entrambi dall'Aia) non è obbligatoria ed è riservata alle vacche da latte di razza pura; con il risultato che resterebbero escluse, dagli 84,6 milioni di euro stanziati per la zootecnia bovina da latte, tutte le razze ibride. (ANSA).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati