Percorso:ANSA > Terra&Gusto > Mondo Agricolo > A Lodi forum su 'cibo vero', in 2015 già sequestri per 13mln

A Lodi forum su 'cibo vero', in 2015 già sequestri per 13mln

Vertice di 150 esperti da agricoltori a polizia

19 marzo, 19:40
A Lodi forum su 'cibo vero', in 2015 già sequestri per 13mln A Lodi forum su 'cibo vero', in 2015 già sequestri per 13mln

In soli due mesi, a gennaio e febbraio di quest'anno, il Ministero delle Politiche Agricole ha sequestrato alimentari 'contraffatti' per 13 milioni di euro, a dimostrazione che il mercato dei falsi non riguarda solo il mondo della moda.

Nel 2014 i controlli del Ministero sono stati 110 mila con sequestri per più di 60 milioni. E il problema riguarda anche le vendite online: sono 160 i casi in cui l'anno scorso è intervenuto per bloccare la vendita di finti prodotti italiani: dal parmesan al posto del parmigiano al finto Chianti.

Anche per questo il Ministero, a meno di due mesi dall'inizio di Expo, ha organizzato oggi e domani al Parco Tecnologico Padano di Lodi il forum internazionale sulla tutela del cibo vero con 150 esperti (da produttori a forze di polizia), 60 delegati stranieri di 18 Paesi e rappresentanti di organizzazioni internazionali come la Commissione Europea e l'Interpol.

''Il fenomeno dell'Italian sounding oltre a sottrarre fatturati miliardari connette l'idea di Made in Italy a prodotti che non hanno nulla a che vedere con la nostra qualità'' ha sottolineato il viceministro all'Agricoltura Andrea Olivero, spiegando che ''dobbiamo assicurarci ancora di più che ad una globalizzazione dei mercati si accompagni una globalizzazione dei controlli''.

L'azione contro i falsi prodotti va in due direzioni: in Italia un controllo per tutelare ''i consumatori e i produttori onesti'' ha osservato il ministro Maurizio Martina, che domani chiudera il Forum, e all'estero un rafforzamento della protezione del Made in Italy. In Europa, ad esempio, abbiamo oltre 250 casi di applicazione della norma 'ex officio' che ci consente di far ritirare dal mercato i falsi prodotti Dop e Igp italiani. L'attenzione però è anche all'agropirateria sul web, basti pensare che il giro d'affari dei prodotti agroalimentari italiani online vale 1 miliardo. Per questo il Ministero ha stretto partnership ''con grandi player - ha proseguito Martina - come Ebay. Con il Forum internazionale della tutela del cibo vero, l'Italia propone un confronto e un potenziamento degli strumenti di contrasto alle frodi che vogliamo sia una delle grandi eredità di Expo''.(ANSA).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati