Percorso:ANSA > Terra&Gusto > Mondo Agricolo > Industria alimentare aiuta arte

Industria alimentare aiuta arte

Su confezioni pane mostra Vicenza, a Roma "gli Orti per l'arte" restaura Chiesa degli Artisti

22 dicembre, 14:12
Dal 24 dicembre la mostra Dal 24 dicembre la mostra "Tutankhamon, Caravaggio, Van Gogh. La sera e i notturni degli Egizi al Novecento" a Vicenza

 - Per aiutare l'arte si mobilitano, da Nord a Sud, imprenditori dell'industria alimentare.

A Roma è stata inaugurata alla Basilica di Santa Maria in Montesanto nota come ''Chiesa degli artisti'' la pavimentazione in marmo della sacrestia che da' nuova luce alla cupola e i dipinti seicenteschi restaurati sulla volta. Ad aver restituito l'originario splendore all'edificio culto affacciato su Piazza del Popolo, in pieno centro storico della capitale, è il progetto ''Gli Orti per l'arte'' promosso da Bonduelle Italia, in collaborazione col rettore della Basilica Don Walter Insero e Fondaco. ''Oggi più che mai è importante sostenere l'arte e la cultura italiana - ha detto l'amministratore delegato di Bonduelle Italia Gianfranco D'Amico - e la nostra azienda, con 70 contadini italiani e due stabilimenti a Bergamo e a Battipaglia, è fortemente radicata nel territorio e nel tessuto sociale nazionale. Siamo radicati sulla terra e abituati a ragionare sul lungo periodo, per questo sposiamo progetti legati alla territorialità e comunità. Per chiudere i lavori nella Chiesa degli artisti abbiamo rinunciato al profitto 2014 che è stato tutto devoluto - ha sottolineato - per il progetto 'Gli orti per l'arte' che si inserisce nelle iniziative portate avanti come 'impresa socialmente responsabile' e che è il nostro regalo di Natale per i cittadini e i turisti che visitano Roma''. Per Fondaco, che ha curato la regia del restauro, ''è stato dato la giusta dignità a questo scrigno d'arte, nei tempi prefissati e con investimenti raccolti tutti da privati''.

 

A Vicenza, presso la Basilica Palladiana, il 24 dicembre aprirà la mostra "Tutankhamon, Caravaggio, Van Gogh. La sera e i notturni degli Egizi al Novecento" e a darne notizia è una serie speciale della confezione dei pani artigianali con olio extra vergine di oliva "I Bibanesi" prodotti da Da Re. ''Con questo pacco della nostra 'arte bianca' - sottolinea Giuseppe Da Re, da Conegliano - portiamo Van Gogh tra le mura domestiche e lì facciamo promozione di una mostra che ospiterà 115 opere provenienti da musei di tutto il mondo. Andiamo così, secondo dati Nielsen, a tre milioni di famiglie e quindi in vista a 10-15 milioni di persone che sul tavolo di cucina hanno sotto mano le nostre confezioni.

E proprio la passione per l'arte ci ha spinto a collaborare col curatore Marco Goldin per promuovere il patrimonio artistico, portando la notizia che la notte di Natale quest'anno sarà nel segno di Caravaggio, Van Gogh e l'antico Egitto, tramite la nostra confezione da 400 grammi che è la più diffusa e che resterà negli scaffali fino a fine aprile. Lo avevamo già fatto - ed è stato un successo di promozione a detta dello stesso critico e curatore d'arte Goldin - per Canaletto e Gauguin e gli impressionisti, da Genova a Verona. Mentre per i bambini ho realizzato la serie speciale gli 'Allegri Bibanesi' riuscendo a coinvolgere vignettisti del calibro di Altan con La Pimpa, Nicoletta Costa con Giulio Coniglio, Emilio Giannelli, Forattini e, per il decennale, Mordillo''.

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati