Percorso:ANSA > Terra&Gusto > Regioni > Vino: Bolzonello, via a costituzione 'Doc Friuli'

Vino: Bolzonello, via a costituzione 'Doc Friuli'

Decisione su Pinot grigio Venezie rinviata a dopo Vinitaly

19 marzo, 19:19
Vino: Bolzonello, via a costituzione 'Doc Friuli' Vino: Bolzonello, via a costituzione 'Doc Friuli'

- UDINE - Strada spianata alla costituzione della "Doc Friuli", per tutte le varietà di vino, rossi e bianchi, spumanti e frizzanti. E confronto rinviato al dopo Vinitaly sull'ipotesi Doc "Pinot grigio delle Venezie" (possibile alleanza con Veneto e Trentino per regolamentare la produzione di un vino che in queste tre aree rappresenta l'85% della produzione italiana. Ma anche condivisione sul fatto che sarà necessario ragionare tutti assieme sulle strategie del settore vitivinicolo in Fvg, che necessita di rilancio. Questi, in sintesi, gli esiti del "vertice" convocato dall'assessore alle Risorse agricole, Sergio Bolzonello, sulla possibile costituzione di una Doc interregionale del Pinot grigio, che ha scatenato alcune polemiche.

Dunque, l'elemento oggi "emerso in tutta la sua portata", ha detto con soddisfazione Bolzonello, è l'accelerazione dell'iter che porterà dopo anni di riflessioni ad un'unica denominazione di origine controllata, "Friuli". "Il che era tutt'altro che scontato", ha sottolineato il vicepresidente. I motivi? La consapevolezza che il Friuli Venezia Giulia ha bisogno di essere riconosciuto come un marchio territoriale, come accade in Francia con lo Champagne o altre regioni italiane, come Chianti o Barolo. Al contrario in Fvg i "brand" di successo sono quelli di alcune aziende che hanno saputo affermarsi sui mercati.

Sull'eventualità di una Doc interregionale Pinot grigio, che superi per questo vino l'attuale Igt "delle Venezie", una volta chiarito da parte di Bolzonello che "nulla è deciso" ma che si è solo fatta circolare una bozza di disciplinare sui cui ragionare, tutti d'accordo che serve un approfondimento sulla questione. Dunque, "nel Tavolo che si terrà a partire da aprile cercheremo di fare sintesi sui diversi aspetti, in particolare su governance e quantitativi", ha indicato Bolzonello, dichiarando compiacimento per "il clima costruttivo del confronto di oggi" e sottolineando le opportunità che una scelta in tal senso potrebbe aprire per la produzione regionale.

"Anche chi in questi giorni ha manifestato la propria contrarietà - ha commentato, riferendosi all'ottantina tra aziende ed enotecnici che anche oggi hanno presentato un proprio documento - si è dichiarato disponibile a individuare una soluzione condivisa, che mantenga compatto il mondo della vitivinicoltura friulana, uno dei comparti trainanti delle nostre attività produttive. Non possiamo permetterci di spaccarci e mantenere una contrapposizione che può portare solo danni alle nostre aziende". (ANSA).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati