Percorso:ANSA > Terra&Gusto > In Breve > Muore dopo 56 cicchetti, condannato il barista

Muore dopo 56 cicchetti, condannato il barista

In Francia

29 maggio, 10:48
Muore dopo 56 cicchetti, condannato il barista Muore dopo 56 cicchetti, condannato il barista

- PARIGI - Condannato per omicidio colposo Gilles Crepin, un barista francese di Clermont-Ferrand, dopo la morte di un suo cliente fulminato da 56 "cicchetti" di un superalcolico.

La vicenda risale al 25 ottobre scorso. Determinato a battere il record del bar 'Le Starter', Renaud Prudohomme, 56 anni, ha ingurgitato in appena un'ora la bellezza di 56 "shottini", equivalenti a oltre un litro di superalcolico. Qualche ora dopo il ricovero in ospedale e la morte per arresto cardiaco.

Tasso di alcolemia nel sangue: 3,7 grammi. Il barista è stato condannato a quattro mesi con la condizionale. Il suo avvocato ha già annunciato l'intenzione di ricorrere in appello.

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati