Percorso:ANSA > Terra&Gusto > In Breve > Gruppi azione costiera promuovono pesca

Gruppi azione costiera promuovono pesca

Federcoopesca,da ittiturismo a e-commerce,ecco progetti in campo

29 maggio, 10:40
pescherecci pescherecci

- ROMA - Dal primo allevamento sperimentale di ostriche piatte made in Italy in Abruzzo, a tante attività di formazione per addetti ai lavori e non, passando dal gemellaggio Cornovaglia-Sardegna. Sono tra i progetti realizzati dai Gruppi di azione costiera (Gac), partenariato tra pubblico e privato previsto dall'Ue, per valorizzare e migliorare la filiera ittica nazionale.

L'Italia, con poco più di 40, è il secondo paese in Europa per numero di Gac ma è solo al 14esimo per progetti realizzati. A ricordarlo è l'Alleanza delle Cooperative italiane pesca, impegnata a creare una Rete italiana dei gruppi di azione costiera (Rigac), e un primo passo in questa direzione è stato fatto siglando un protocollo insieme all'Associazione per la Cooperazione Transregionale Locale ed Europea (Tecla) e l'Associazione 'Arco Adriatico Ionico' per costituire il Comitato promotore. Molte le attività di formazione rivolte ad operatori del settore ma anche a studenti e consumatori, ricorda l'Alleanza, come anche le visite a realtà produttive fuori dai confini nazionali e l'ospitalità data ad a operatori stranieri per far conoscere le coste nazionali come avvenuto tra Liguria e Spagna e tra Cornovaglia e la Sardegna orientale. T

ra i progetti dei Gac rientrano anche attività di pescaturismo, ittiturismo, di e-commerce delle produzioni locali e di ricerca. In Abruzzo, ad esempio, i Gruppi hanno collaborato con l'Università di Teramo per la sperimentazione del progetto pilota 'Ostrea Abruzzo' per la produzione di ostriche piatte abruzzesi; una sperimentazione che ha visto introdurre negli impianti di cozze le ostriche, di cui presto si potrà avviare la produzione commerciale.

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati