Percorso:ANSA > Terra&Gusto > In Breve > Creta punta su enoturismo e si svela come meta gourmet

Creta punta su enoturismo e si svela come meta gourmet

Gastronomia nata in Magna Grecia, ne scrisse Archestrato di Gela

29 maggio, 16:39
(ANSA) - ROMA, 29 MAG - Il miele, l'olio extra vergine, i formaggi caprini, le erbe aromatiche, il vino. Sono gli scudi anti-crisi su cui punta Creta che si presenta, in apertura della stagione estiva, come meta gourmet, forte della sua storia e paesaggi, marini ma anche rurali. In occasione dell'Expo e dei temi scelti per Milano 2015, a svelare un volto inedito dell'isola greca è, a Roma, l'ambasciatore della Repubblica Ellenica in Italia, Themistoklis Demiris, in una serata di sapori greci e prodotti cretesi in collaborazione con l'Ente Ellenico per il turismo e l'associazione degli Esportatori di Creta e dei Ristoranti greci di Roma. La nostra cultura, ha sottolineato l'ambasciatore Demiris, ''è da sempre legata al cibo di qualità e al benessere a tavola. Risale alla seconda metà del IV secolo a.C il primo libro sulla gastronomia, intesa come norme per lo stomaca, per opera di un grande autore della Magna Grecia, Archestrato di Gela. Fu il precursore della dieta mediterranea, nel sottolineare tre punti essenziali di questo regime alimentare che condividiamo con gli amici italiani: il senso della misura; della varietà; l'abbondante uso di verdure.

Al vino e l'olio di oliva di qualità che rende speciale il cibo greco, fin dall'antichità si sottolinea il piacere della condivisione del pasto, il bisogno di pace a tavola, e il piacere del convivio. Noi greci, come testimonia il Simposio tra i dialoghi di Platone, fin dai tempi della tavola vediamo negli incontri conviviali l'idea di benessere, con la possibilità di ridere insieme e di innamorarsi. E l'interscambio di sapori greci ci renderanno ancora più amici del popolo italiano, nella certezza di offrire tanta qualità nella dieta cretese''. Tra le tante ''chicche'' gastronomiche Creta vanta un patrimonio-record di 1742 piante ad uso alimentare, 159 delle quali endemiche, e un olio che nell'80% dei casi vanta una acidità inferiore allo 0,3% che lo qualifica come di qualità ''extrissima''.(ANSA).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati