Percorso:ANSA > Terra&Gusto > In Breve > Olio:Coldiretti,record import +38%,allarme frodi

Olio:Coldiretti,record import +38%,allarme frodi

Norme ci sono ma non vengono applicate

25 maggio, 13:18
Olio extravergine di oliva Olio extravergine di oliva

 - Aumento record del 38% nelle quantità di olio di oliva importato in Italia nel 2014, per un totale di 666 mila tonnellate come mai era avvenuto negli ultimi 20 anni, con un evidente rischio che venga spacciato come italiano. E' quanto afferma la Coldiretti, nel sottolineare che a favorire le importazioni è il calo produttivo di oltre il 35% registrato per i raccolti nazionali con una produzione, sottolinea la Coldiretti, scesa sotto le 300 mila tonnellate rispetto alle 464 mila della scorsa campagna. Ma nonostante una rigorosa cornice normativa, la Coldiretti denuncia una diffusa disapplicazione delle norme previste a partire dal mancato controllo di regimi di importazione, che non consente di verificare la qualità merceologica dei prodotti in entrata per cui, ad esempio, l'olio d'oliva viene spacciato per extravergine e l'olio di sansa passa per olio d'oliva. Inoltre mancano ancora i controlli per la valutazione organolettica del prodotto che consentirebbero di distinguere e classificare gli extravergini individuandone le caratteristiche, mentre latitano anche le sanzioni per inadempienza che prevedono l'uso obbligato dei tappi antirabbocco nella ristorazione, dove continuano a trovare spazio le vecchie oliere indifferenziate. Una disapplicazione della legge che si estende ancora, rileva la Coldiretti, al mancato contrasto nei riguardi dei marchi ingannevoli che possono indurre in errore i consumatori che non sono in grado di conoscere esattamente cosa portano a tavola. (ANSA).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati