Percorso:ANSA > Terra&Gusto > In Breve > Arriva certificazione di qualità miscele caffè self-service

Arriva certificazione di qualità miscele caffè self-service

Standard Csqa promosso da Confida. Primi a Kimbo, Covim

27 ottobre, 18:17
Arriva certificazione di qualità miscele caffè self-service Arriva certificazione di qualità miscele caffè self-service

- C'è caffè e caffè anche alla macchinetta self-service, quella del cosiddetto circuito ''vending''. Da oggi la tazzina dei distributori automatici si avvale di una certificazione di qualità specifica, la prima mai realizzata in Italia, per le miscele di caffè in grani utilizzate nel settore. Lo annuncia, in una nota, l'organizzazione che rappresenta le imprese di settore Confida che promuove lo standard DTS 114-Qualità caffè per Vending e prevede la certificazione rilasciata in esclusiva da Csqa. Tre le aziende che hanno già ottenuto la certificazione: Kimbo, Covim e Julius Meinl.

Questo prodotto, oltre a rappresentare un'eccellenza italiana, è la bevanda che traina il settore della distribuzione automatica. Basti pensare che sono più di 2.400.000 distributori automatici installati in Italia e oltre 6.000.000.000 le consumazioni erogate in un anno, pari a 200 al secondo, di cui 2.500.000.000 caffè da caffè in grani. È quindi importante che si possa riconoscere la qualità funzionale del prodotto offerto dal distributore automatico.

La certificazione è applicabile a tutte le aziende che producono caffè tostato in grani destinato al vending e definisce, per le singole miscele, parametri qualitativi funzionali superiori a quelli già definiti per legge. ''L'importanza della norma è riconosciuta dalle stesse aziende - ha detto Pietro Bonato, direttore generale Csqa -che hanno richiesto sin da subito di ottenere la certificazione. Siamo certi che questo possa rappresentare un'ulteriore garanzia ai clienti della qualità del prodotto che consumano". "La certificazione delle miscele di caffè torrefatto per il vending rappresenta un importante passo avanti verso una generale qualificazione del settore. Siamo sicuri che anche la certificazione DTS 114 sarà presto un requisito condiviso per il settore" ha concluso il presidente di Confida Lucio Pinetti.

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati