Percorso:ANSA > Terra&Gusto > In Breve > 500mln aziende familiari sfamano mondo, danno 80% cibo

500mln aziende familiari sfamano mondo, danno 80% cibo

Rapporto Fao sono il 90% delle aziende agricole totali

16 ottobre, 13:10
500mln aziende familiari sfamano mondo, danno 80% cibo 500mln aziende familiari sfamano mondo, danno 80% cibo

Le aziende familiari sono l'ossatura dell'agricoltura nel mondo, un esercito di oltre 500 milioni che produce la maggior parte del cibo mondiale, l'80% in termini di valore, occupando il 70-80% della superficie delle imprese del settore. Del resto il 90% delle aziende agricole nel mondo, su un dato di 570 milioni, sono condotte da un individuo o gruppo familiare e si basano sul lavoro familiare. Emerge dal rapporto The State of Food and agricolture (Sofi) diffuso dalla Fao nella Giornata mondiale dell'alimentazione.

Questo esercito di aziende familiari ha un ruolo chiave nella lotta alla fame e nella tutela dell'ambiente - osserva la Fao - ma ''molte sono povere e a rischio sostentamento loro stesse''.

Perciò serve il supporto di politiche pubbliche a favore dell'innovazione che le aiutino a diventare più produttive e sostenibili. "In altre parole - dice la Fao - le politiche pubbliche devono supportare le aziende familiari a innovarsi in un sistema che riconosce la loro diversità e la complessità delle sfide che le attendono". I processi innovativi possono riguardare nuove varietà di sementi, combinare le pratiche tradizionali agricole a nuove conoscenze scientifiche, applicare una nuova produzione integrata e pratiche post-raccolto o raffrontarsi con i mercati in modi più soddisfacenti sul fronte economico. Le politiche pubbliche di supporto sono necessarie in quanto la maggioranza delle aziende agricole mondiali sono proprio piccole.

Le aziende inferiori a un ettaro contano per il 72% di tutte le aziende anche se controllano solo l'8% del terreno agricolo complessivo. Le aziende tra 1 e 2 ettari rappresentano il 12% e controllano il 4% delle superfici, mentre le aziende tra 2 e 5 ettari rappresentano il 10% e controllano il 7% del terreno coltivato. Solo l'1% delle aziende in tutto il mondo ha dimensioni superiori ai 50 ettari ma controllano il 65% del terreno agricolo. Le aziende più grandi sono localizzate nei paesi a maggior reddito mentre nei paesi a basso o medio-basso reddito il 95% delle aziende ha una superficie sotto i 5 ettari.

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati