Percorso:ANSA > Terra&Gusto > Fiere&Eventi > Fao: Kirchner, bene politiche di stato a favore qualità cibo

Fao: Kirchner, bene politiche di stato a favore qualità cibo

08 giugno, 14:04
(ANSA) - ROMA, 8 GIU - ''Sono soddisfatta di essere in questa sede internazionale avendo centrato il traguardo degli Obiettivi del Millennio, sia per quanto riguarda l'accesso al cibo che all'elettricità per la popolazione''. Lo ha detto la presidente argentina Cristina Kirchner, intervenuta alla 39/ma Conferenza della Fao. L'Argentina ha un tasso di popolazione che soffre di fame cronica al di sotto del 5% già dal biennio 1990-1992 ed è stata premiata dalla Fao già nella scorsa Conferenza, due anni fa, per aver mantenuto quel tasso sotto quella percentuale. ''Fa bene l'organizzazione delle Nazioni Unite - ha aggiunto - a non parlare più solo di quantità di cibo ma di qualità alimentare. La qualità dei regimi alimentari nel mondo deve essere l'obiettivo finale delle politiche della Fao. Ma noi come paese grande produttore di alimenti siamo convinti che il cuore della questione sia il tema della redistribuzione della ricchezza. E l'America latina, nonostante i progressi fatti nell'ultimo decennio, resta la regione con la più ingiusta distribuzione della ricchezza. Dobbiamo lavorare per questo perché il tema della redistribuzione della ricchezza ha impatto non solo sul fabbisogno alimentare ma anche sulla salute''.

''Combattere la fame - ha osservato la presidente Argentina - è combattere la povertà. Crediamo fermamente che la questione alimentare sia fortemente correlata a quella della povertà: coloro che soffrono la fame sono quelli che non possono permettersi di comprare il cibo. E così noi crediamo dobbiamo concentrarci su questo aspetto nella consapevolezza che quello che ha aiutato l'Argentina nella lotta alla fame è stato lo Stato stesso, con politiche pubbliche che sono stati molto attive e molto concentrate su questo problema". (ANSA)
© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati