Percorso:ANSA > Terra&Gusto > Libri > Street Food, 50 ricette alle radici della cucina italiana

Street Food, 50 ricette alle radici della cucina italiana

Libro racconta l'antica tradizione di mangiare per strada

08 ottobre, 19:18
Street Food, 50 ricette alle radici della cucina italiana Street Food, 50 ricette alle radici della cucina italiana

  (Street food all’italiana Il cibo di strada da leccarsi le dita di Clara e Gigi Padovani - Giunti Editore. 192 pagine - 14,90 euro)

Mangiare sul marciapiede, acquistare cibo a un chiosco di passaggio e improvvisare un pasto in un angolo tranquillo. Lo street food non è solo una prerogativa di New York, Istanbul o Parigi. Bevande e pietanze on the road testimoniano, anche in Italia, un'antica tradizione. Non solo tradizioni e ricette, ma anche storie e protagonisti di un mondo ricco di umanità. Ed è un viaggio dall’Alto Adige alla Sicilia alla scoperta dei veri food maker italiani: donne e uomini che ogni giorno friggono, impastano, infornano, bollono e arrostiscono per i loro clienti, lontano dai riflettori della Tv. Veri “eroi del quotidiano” che con passione portano avanti un mestiere spesso tramandato di padre in figlio, un lavoro faticoso, duro, ma al tempo stesso pieno di soddisfazioni e di successi. Artigiani della cucina ma anche imprenditori moderni che vedono nello street food il business del futuro: economico e di qualità.

Ce la raccontano Clara e Gigi Padovani in 'Street Food all'Italiana. Il cibo di strada da leccarsi le dita'. Il volume, pubblicato dalla Giunti, racconta oltre 50 ricette 'on the road' raccolte sulle strade italiane del gusto. Il risultato è un viaggio lungo tutto lo Stivale alle radici della cucina italiana più verace, semplice e generosa, fatta di pochi ingredienti poveri. Si fa anche un viaggio nel tempo, dalla puls degli antichi romani, passando per la pizza a libretto della Napoli settecentesca, fino ad arrivare agli avveniristici Street Food Mobile dei giorni nostri.

Dai wurstel con crauti del Trentino al brodo di polpo della Campania; dalla focaccia di Recco ligure agli arrosticini di pecora molisani. Molte ricette, e la loro preparazione, si possono rivivere grazie ai video realizzati dagli autori e consultabili, su smartphone o tablet, tramite i Qrcode. Nel libro cinque grandi chef - Massimo Bottura, Fabio Picchi, Davide Scabin, Ciccio Sultano e Mauro Uliassi - presentano un loro piatto ispirato allo street food. Perché, come dice il maestro Gualtiero Marchesi, "il cibo di strada è la storia di un Paese".

Il libro si conclude con un capitolo dedicato a chi vuole dissetarsi on the road, dalle tabernae dell’Impero Romano al Buckeye Cook Book americano, con la prima ricetta del tè freddo. Con tanti abbinamenti per ogni ricetta, dalle birre artigianali ai vini locali alle bevande ghiacciate. Inoltre nel libro si trovano una quarantina di Qr Code che rimandano direttamente al sito www.streetfooditalia.it e ad altrettante video interviste realizzate dagli autori. Sono riprese dal vivo, lungo le strade dove nascono questi piccoli capolavori: un contatto diretto che permette ai lettori di immergersi ancor di più dentro i sapori e gli odori del cibo di strada.

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati