Percorso:ANSA > Terra&Gusto > Dal Mare > Gamberetti cannibali più voraci per colpa di un parassita

Gamberetti cannibali più voraci per colpa di un parassita

Divorano i piccoli a causa della fame

19 marzo, 15:43
(ANSA) - ROMA, 19 MAR - I gamberetti che vivono nelle acque dolci dell'Irlanda del Nord stanno diventando sempre più cannibali a causa di un parassita. Lo rivela una ricerca realizzata dalle università di Leed, Queen's di Belfast e Stellenbosch in Sud Africa, e pubblicata sulla rivista Royal Society Open Science.

Milioni di parassiti di Pleistophora Mulleri stanno infestando la specie indigena dei Gammarus duebeni celticus, provocando nei crostacei colpiti un appetito insaziabile, che li spinge a divorare i loro piccoli.

Il cannibalismo è in realtà una pratica normale tra i gamberetti: anche gli esemplari non infetti dal parassita mangiano i loro piccoli, ma quelli contagiati ne divorano quasi il doppio. Inoltre, attaccano i piccoli più spesso e li mangiano più velocemente rispetto ai gamberetti non colpiti dal parassita.

L'aumento del cannibalismo secondo i ricercatori è legato ai danni muscolari provocati dai parassiti, che rendono quasi 'ingessati' i crostacei colpiti, e della continua richiesta di cibo dei milioni di parassiti, che per il cibo dipendono dal soggetto colpito. Per i gamberetti infetti, i piccoli sono una preda facile e soddisfano le richieste dei parassiti. (ANSA).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati