Percorso:ANSA > Terra&Gusto > Dal Mare > Pesce nelle scuole? Di acquacoltura conviene

Pesce nelle scuole? Di acquacoltura conviene

Progetto del Cnr, ha maggiori livelli di omega 3 e costa poco

01 aprile, 18:59
Pesce nelle scuole? Di acquacoltura conviene Pesce nelle scuole? Di acquacoltura conviene

 - Le specie di pesce d'acquacoltura, con una buona gestione degli impianti, sono una valida fonte per una dieta corretta nelle mense scolastiche, con maggiori livelli di acidi grassi omega-3. I maggiori costi sono molto contenuti e i bambini, se educati, lo mangiano volentieri. E' quanto emerge dalle ricerca condotta dell'Istituto di biologia ambientale e forestale del Consiglio nazionale delle ricerche (Ibaf-Cnr) nell'ambito del progetto Sanpei. "Abbiamo affrontato - spiega Elena Pagliarino dell'Istituto di ricerca sull'impresa e sullo sviluppo (Ceris) del Cnr, responsabile della ricerca - per la prima volta in Italia, la filiera acquacoltura dall'allevamento di spigola e orata negli impianti sperimentali, passando per la distribuzione e la trasformazione, fino al consumo nelle mense.

Dati alla mano possiamo concludere che, con una buona gestione degli impianti e una corretta formulazione dei mangimi, il pesce di acquacoltura rappresenta una valida fonte di elementi nutrizionali essenziali per una dieta corretta". Dai campioni analizzati è emerso, infatti, che grazie all'utilizzo di mangimi mirati, le orate di allevamento presentano livelli di acidi grassi omega-3 ben otto volte superiori a quelli delle spigole di allevamento e 2,5 volte superiori alle spigole di cattura, mentre nelle spigole di allevamento i livelli sono più bassi rispetto alle spigole selvatiche. "L'orata allevata - continua l'esperta - è la specie ittica che offre il maggior apporto di omega-3.

Per quanto riguarda gli elementi tossici, piombo e cadmio, nei campioni allevati i livelli risultano al di sotto dei limiti di legge, mentre nel pesce selvatico il piombo risulta pari o leggermente superiore ai limiti". 

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati