Serie B: Lecce secondo

Vittorie Brescia, Cittadella, Ascoli, Cremonese e Cosenza

 Il Perugia torna a vincere nel 14/o turno di B contro il Pescara battuto 2-1 nella notturna disputata al Curi. Una partita cominciata con gli abruzzesi in pressing grazie ad una bella combinazione Machin-Brugman. Poi, nel primo tempo, più Perugia con Vido che centra un palo al 23' e al 39' trova sulla sua strada un reattivo Kastrati (39'). Proprio il portiere del Pescara al 42' abbassa la guardia su un sinistro di Verre, che finisce in rete. Nella ripresa reagisce la squadra di Pillon, che acciuffa l'1-1 al 51' con un bolide di Melegoni su assist di Crecco. La squadra di Nesta non si scompone e, sugli sviluppi di un angolo al 64', torna avanti con un colpo di testa di Gyomber. E' la rete decisiva della partita, finita come era iniziata, il Pescara pericoloso in area. L'ultimo sussulto è di Del Sole, stoppato sulla linea di porta dalla retroguardia perugina in pieno recupero. Gli abruzzesi si fanno sfuggire così l'occasione di agganciare il Palermo in testa alla classifica, mentre il Perugia entra in zona playoff. 

Il programma (RISULTATI E CLASSIFICA)

  • Palermo-Benevento 0-0
  • Cittadella-Salernitana 3-1
  • Cremonese-Crotone 1-0
  • Cosenza-Padova 2-1
  • Ascoli-Spezia 3-1
  • Brescia-Livorno 2-0 
  • Carpi-Lecce 0-1 
  • Perugia-Pescara 2-1
  • Foggia-Venezia 1-1

 

La serie B in pillole

Finisce 0-0 l'anticipo del campionato di serie B fra Palermo e Benevento. Il primo tempo fila via con la prima parte della frazione di gioco di marca giallorossa, con Coda che sbaglia da posizione favorevole almeno tre occasioni. Sul finire del primo tempo si fa vedere il Palermo con Trajkovski, ma il suo tiro a giro dalla sinistra viene parato da Montipò, e con conclusioni di Nestorovski, fuori, e Haas, deviata in angolo. Nel secondo tempo la musica non cambia. Stellone inserisce Falletti, che prova a dare vivacità alla manovra, ma la situazione non si sblocca. La palla decisiva capita sui piedi di Trajkovski allo scadere, ma la sua conclusione dall'altezza del dischetto dell'area di rigore termina incredibilmente alta sopra la traversa

Foggia-Venezia 1-1 - Foggia e Venezia hanno pareggiato 1-1 nel posticipo della 14/a giornata della serie B di calcio. Entrambe le reti nel primo tempo: padroni di casa in vantaggio con il rigore trasformato da Iemmello al 18'. I pugliesi sfiorano il raddoppio, ma vengono puniti da Vrioni al 46'. Nella ripresa il match resta equilibrato, con occasioni da entrambe le parti: quella più clamorosa capita ancora sui piedi di Vrioni che in girata colpisce il palo a Bizzarri battuto. Il risultato non cambia fino al termine. Foggia al quinto pareggio consecutivo. Per il Venezia secondo risultato utile di fila, dopo il successo sul Brescia.

Carpi-Lecce 0-1 -E' la quarta vittoria nelle ultime cinque partite, la terza di fila per il Lecce che consolida il secondo posto in Serie B alle spalle del Palermo. Sul campo del Carpi decide la rete di La Mantia al 36' del primo tempo. Si ferma il Carpi dopo tre risultati positivi di fila: per la squadra di Castori terz'ultimo posto e situazione di classifica ancora complicata

Cittadella-Salernitana 3-1 - Nel big match dello stadio Tombolato il Cittadella batte 3-1 la Salernitana, e balza al secondo posto in classifica. I padroni di casa passano in vantaggio al 33' con Strizzolo, che insacca di testa su cross di Branca. Al 39' Strizzolo sfiora il raddoppio, ma Micai devia in angolo. La ripresa si apre col pareggio della Salernitana: è il 4', infatti, quando Rosina sfrutta un errore della difesa avversaria e non lascia scampo a Paleari. Il Cittadella ristabilisce le distanze all'8'': a segnare il 2-1 è Schenetti, che raccoglie un colpo di testa di Panico respinto da Micai. Il tris arriva al 16' e porta ancora la firma di Strizzolo, servito da Panico in contropiede

Brescia-Livorno 2-0 - Il Brescia sale al quinto posto in classifica battendo 2-0 il Livorno, ultimo. La gara si sblocca al 35': gol di testa di Torregrossa su punizione di Tonali. Torregrossa fa poi doppietta al 12' della ripresa segnando in tap in. Dal 32' Brescia in dieci per l'espulsione (doppia ammonizione) di Curcio

Ascoli-Spezia 3-1 - L'Ascoli ha battuto lo Spezia per 3-1 nel posticipo della 14/a giornata del campionato di calcio di Serie B. Ardemagni al 1' ha aperto le marcature; il raddoppio è arrivato al al 1' del secondo tempo grazie a Cavion, Okereke ha accorciato le distanze al 10' e Padella ha chiuso i conti al 48'. In classifica Ascoli 19 punti, lo Spezia resta a 17, assieme al Perugia che giocherà domani.

Cremonese-Crotone 1-0 - La Cremonese torna alla vittoria (1-0) in casa e mette in difficoltà il Crotone di Oddo (tre sconfitte e un pareggio il bottino da quando è subentrato). Decide un gol di Boultam, entrato in campo da soli 8' al posto di Castagnetti, al 28' del secondo tempo. Una partita che era partita bene per i calabresi con una grande parata di Ravaglia su Faraoni e una traversa colpita da Molina, tutto nei primi 9'. Da quel momento la sfida si è fatta equilibrata fino all'espulsione di Aristoteles del Crotone sullo scadere del primo tempo. Nella ripresa la Cremonese si è riversata nella metà campo calabrese e proprio al 28' è riuscita a sbloccare la partita con Boultam. Fino al 90' non ci sono state altre occasioni con la Cremonese che ha saputo controllare i tentativi disperato del Crotone.

Cosenza-Padova 2-1 - Il Cosenza si impone 2-1 sul Padova con un gol nei minuti di recupero, approfittando anche della superiorità numerica. A passare in vantaggio, però, sono i veneti grazie alla rete di Federico Bonazzoli su rigore al 27' pt. Al rientro in campo primi cambi per il tecnico rossoblu Piero Braglia. Dentro Palmiero e D'Orazio per Mungo e Legittimo. Da una palla in profondità giocata dal Cosenza nasce l'azione del pareggio. Tutino è atterrato da Mazzocco, per l'arbitro è fallo da rigore ed espulsione per il centrocampista del Padova. Baclet calcia il rigore e al 13' il pareggio è ristabilito. Complice l'inferiorità numerica, il Padova soffre le offensive del Cosenza. Diverse le occasioni da gol neutralizzate da Perisan che però nulla può al 93' su Garritano lasciato solo in area che, sugli sviluppi di su calcio d'angolo, segna di testa il definitivo 2-1.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA