Confindustria: Illy non si autocandida

Ora rischio distorsioni, poi le consultazioni dei saggi

(ANSA) - TRIESTE, 23 GEN - L'imprenditore Andrea Illy non presenterà una autocandidatura alla presidenza della Confindustria ma sembra non escludere di poter entrare in gioco nella successiva fase delle consultazioni dei 'saggi'. Lo ha reso noto questa sera con un comunicato. "E' necessario far ricorso alla più ampia consultazione a livello dei consigli di tutte le associazioni settoriali e territoriali, onde evitare le possibili distorsioni cui si presta la procedura di autocandidatura". Nella nota Illy spiega che, benché il 'Piano Strategico per l'Italia' da lui proposto "abbia riscontrato un gradimento sorprendentemente elevato, non sembrano sussistere al momento le condizioni operative per la sua realizzazione". L'imprenditore, sottolineando "la fragilità dell'Italia" e la "prigione del debito pubblico", ritiene che "sarebbe opportuno separare la dinamica del 'Piano Strategico' dalla problematica del rinnovo della carica di presidente di Confindustria". (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie