"Mio figlio disabile escluso da corso"

Donna scrive a dirigente scolastico, grave discriminazione

(ANSA) - LUCERA (FOGGIA), 16 NOV - "Nella scuola che frequenta, Michele Pio è stato recentemente oggetto di una grave forma di discriminazione. La sua classe è stata coinvolta in un progetto di nuoto in piscina. Nella scuola hanno distribuito gli avvisi, gli alunni hanno pagato il bonifico, hanno portato le ricevute, è stato organizzato il corso. E Michele Pio non è mai stato avvisato. L'ho scoperto per caso, recandomi a scuola per una riunione". Inizia così la lettera, inviata al dirigente scolastico, e scritta da Angela Gentile, mamma di uno studente di 18 anni, disabile che frequenta l'ultimo anno di un liceo di Lucera. La donna preferisce non divulgare il nome dell'istituto scolastico frequentato dal figlio per tutelarlo. "Michele Pio - racconta la mamma - frequenta l'ultimo anno delle superiori, studia pianoforte da 8 anni e ha naturale talento musicale. E' un provetto nuotatore, pratica tutti gli stili e al mare si diverte tantissimo. Pratica anche equitazione, ha vinto dei premi in alcune gare nazionali".
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA