Catalogna: Sanchez contestato, proteste

Premier, 'attacco di violenti contro la società catalana'

(ANSA) - ROMA, 30 OTT - E' serata di proteste in varie città della Catalogna: circa 200 giovani stanno manifestando con un sit in a Barcellona per "la fine della repressione", mentre il premier ad interim Pedro Sanchez è stato contestato a Viladecans, vicino al capoluogo, durante un comizio pre-elettorale. Lo riferisce El Pais.
    Attaccato da un gruppo di indipendentisti dei Comitati di difesa della Repubblica (Cdr) Sanchez ha usato parole dure contro l'indipendentismo estremista: "C'è stato un attacco da parte dei violenti nei confronti della società catalana", ha detto. "Non c'è molta differenza tra l'ultradestra in Spagna e l'indipendentismo più recalcitrante" afferma in un tweet.
    I comitati avevano organizzato fin dal pomeriggio una mobilitazione contro la visita a Viladecans (Barcellona) del presidente del governo in carica, e hanno anche indetto proteste in altre città catalane. Prosegue anche lo sciopero degli universitari contro la condanna degli indipendentisti.
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA