Sassoli, fabbricanti di armi non premano

'I loro contratti non valgono la vita delle persone'

(ANSA) - ROMA, 13 OTT - "L'Europa può fare una grande pressione politica e diplomatica, può tagliare i rifornimenti di armi alla Turchia come è stato detto bene da Merkel, Macron e anche da Di Maio". Lo ha detto il presidente del Parlamento europeo, David Sassoli, a Che Tempo che fa su Raidue. "Domani c'è un importante Consiglio a Lussemburgo. Facciamo un invito alle industrie di armi che non facciano pressione, perchè i loro contratti non valgono la vita delle persone", ha sottolineato".
    "Il popolo curdo ha combattuto per la nostra sicurezza corpo a corpo, quindi deve essere molto forte il senso di gratitudine.
    L'indignazione non basta, servono gesti concreti", ha aggiunto Sassoli.
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA