Terremoto Forlì-Cesena, nessun danno

Sindaco di Comune vicino a epicentro, 'la gente è tranquilla'

(ANSA) - BOLOGNA, 18 AGO - Paura ma nessuna segnalazione di danni per persone o cose sull'Appennino tosco-emiliano dopo le scosse di terremoto di magnitudo 3.7 e 3.6 che, rispettivamente ieri sera e poco dopo mezzanotte, sono state registrate in provincia di Forlì-Cesena con epicentro fra i comuni di Premilcuore e Santa Sofia. "Nessun problema da segnalare" anche dopo la scossa notturna, conferma all'ANSA il sindaco di Santa Sofia, Daniele Valbonesi, "la gente è tranquilla".
    La scossa più forte è stata rilevata ieri dall'Ingv alle 18.52, di 3.7, e descritta come un piccolo "boato" dai residenti dei paesi vicini all'epicentro, per fortuna senza conseguenze.
    Poi per tutta la notte uno sciame sismico di scosse lievi, a parte quella di 3.6 registrata intorno a mezzanotte e chiaramente avvertita dalla popolazione montana, in Romagna e anche in Toscana. Ieri pomeriggio il sisma era stato nettamente avvertito sulla montagna aretina, in particolare nei comuni di Montemignaio, Poppi e Castel San Niccolò, e pure ad Arezzo.
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA