Rio,ogni 5 ore un morto per mani polizia

Primo semestre aumentati del 14,5% morti per mano degli agenti

(ANSA) - BRASILIA, 23 LUG - La polizia dello Stato di Rio de Janeiro ha ucciso una persona ogni cinque ore, per un totale di 881, nella prima metà dell'anno, da quando è stata lanciata una sorta di "guerra" contro il crimine organizzato attraverso operazioni ordinate dal governatore Wilson Witzel. I sospetti deceduti per mano delle forze dell'ordine sono stati il 14,5% in più rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso. Allo stesso tempo, il numero totale degli omicidi compiuti da criminali, è stato di 2.083, segnando un calo del 22,6% rispetto al 2018, secondo Witzel. Le statistiche appartengono all'Istituto di pubblica sicurezza, un ente ufficiale legato al governo. Witzel appartiene al Partito sociale liberale (Psl, di destra) del presidente della Repubblica, Jair Bolsonaro. La sua rigida politica contro il crimine, avviata lo scorso 1 gennaio, prevede che i tiratori scelti individuino ed eventualmente sparino su "persone sospette" che si nascondano nelle 'favelas'.
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA