Zeffirelli, il feretro a Palazzo Vecchio

Già centinaia di persone in fila per rendere omaggio a regista

(ANSA) - FIRENZE, 17 GIU - Il feretro di Franco Zeffirelli è arrivato a Palazzo Vecchio, dov'è stata allestita la camera ardente, accolto dal lungo applauso di una folla di qualche centinaio di persone, che si è radunata sull'Arengario, in piazza Signoria. La camera ardente, nel Salone dei Cinquecento, sarà aperta fino alle 23, e poi il 18 giugno, dalle 9.00 alle 10.30. I funerali in Duomo sono fissati per le 11.00 del 18. Da Roma il feretro di Zeffirelli è arrivato intorno alle 11.10, accolto dal sindaco Dario Nardella e dal prefetto Laura Lega, con i figli adottivi del regista, Luciano e Pippo: quest'ultimo ha posato sulla bara una sciarpa della Fiorentina.
    Nel Salone il gonfalone, la giunta comunale e lo squillo delle chiarine: queste hanno poi lasciato il posto ad arie di Maria Callas, il sottofondo musicale scelto per la camera ardente. Su un grande schermo scorrono immagini di ritratti di Zeffirelli.
    Fra i primi in fila, il soprintendente del Maggio Cristiano Chiarot, Ermanno Daelli, Toni Scervino e Francesco Ghirelli.
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA