Papa, interessi non deturpino il calcio

'Per me è il gioco più bello del mondo. Basta genitori ultras'

(ANSA) - CITTA' DEL VATICANO, 24 MAG - Il Papa ha ricevuto in udienza il mondo del calcio e ha rivolto un appello ai dirigenti del mondo del calcio: "Per favore, custodite la amatorialità.
    Che non finisca la bellezza del calcio nel 'do ut des' dei negozi finanziari". Nel corso dell'udienza ai partecipanti all'evento organizzato da La Gazzetta dello Sport, ministero dell'Istruzione, Figc e Lega Serie A, il Papa si è rivolto anche ai grandi campioni presenti nell'Aula Paolo VI: "Non dimenticate da dove siete partiti: quel campo di periferia, quell'oratorio, quella piccola società" e "di sentire anche la responsabilità educativa, da attuare attraverso una coerenza di vita e la solidarietà con i più deboli, per incoraggiare i più giovani a diventare grandi dentro, e magari anche campioni nella vita". Il Papa ha anche ammesso che per lui il calcio "è il gioco più bello del mondo". Infine ha chiesto ai genitori a bordo campo di non trasformarsi in tifosi ultras, o in manager, in allenatori...".
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA