Battisti, primi permessi tra meno 4 anni

La condanna all'ergastolo non ostativa a richiesta benefici

(ANSA) - MILANO, 22 MAG - La Corte d'Assise d'Appello di Milano che ha confermato la pena del'ergastolo per Cesare Battisti, l'ex terrorista dei Pac, ha stabilito anche che la pena nel suo caso non è ostativa alla richiesta di benefici. Da quanto si è saputo, avendo già scontato come 'presofferto' 6 anni e mezzo circa, l'ex terrorista dei Pac potrà richiedere benefici, come i permessi premio, già tra 3 anni e mezzo circa dopo che avrà scontato complessivamente dunque 10 anni di carcere.
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA