Greta, 'clima grande crisi esistenziale'

Giovane attivista a Stoccolma, 'purtroppo continuiamo a negarla'

(ANSA) - BRUXELLES, 15 MAR - "Siamo di fronte alla più grande crisi esistenziale che l'umanità abbia mai conosciuto e purtroppo continuiamo a negarla". Così la giovane attivista svedese Greta Thunberg, che è stata proposta per il Nobel per la Pace, oggi a Stoccolma davanti alle migliaia di persone, fra cui molti giovani, riunite in occasione della giornata per lo sciopero mondiale per il clima organizzato per chiedere interventi concreti contro i cambiamenti climatici e la tutela dell'ambiente. Lo scrivono i media svedesi. Secondo la giovane attivista la responsabilità per la crisi climatica è da attribuire alle generazioni precedenti. "Non siamo noi che abbiamo contribuito a creare questo stato di cose.
    Noi ci siamo nati dentro e dovremmo passare tutta la nostra vita e subirlo - ha aggiunto - ed è per questo che manifestiamo e continueremo a farlo".
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA