Sorella vittima Thyssen, ci fanno morire

Italia non permetta un altro appello, siamo stufi

(ANSA) - TORINO, 22 FEB - "Sono disgustata, ci hanno presi in giro fin dall'inizio. Con tutto quello che ci hanno fatto passare, ci stanno facendo morire uno dopo l'altro". C'è amarezza nelle parole di Laura Rodinò, sorella di Rosario, uno dei sette operai morti nel rogo della Thyssen, per le vicende giudiziarie degli ultimi giorni. "Non posso immaginare che possa esserci ancora un altro appello", aggiunge a proposito del ricorso dei manager tedeschi contro l'ordine d'arresto. "Siamo stufi, l'Italia non deve permettere una cosa del genere".
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA