Huawei: Ren, mai spiato per conto Cina

Fondatore ai media stranieri, 'sento la mancanza di mia figlia'

(ANSA) - PECHINO, 15 GEN - Ren Zhengfei, fondatore di Huawei, respinge i sospetti secondo cui la compagnia venga utilizzata dal governo cinese per spionaggio: in un raro incontro con i media stranieri, Ren, nel quartier generale di Shenzhen, ha detto che sua figlia e direttore finanziario, Meng Wanzhou, arrestata in Canada, dovrebbe essere liberata, e di sentire la sua mancanza.
    Huawei "non ha mai ricevuto alcuna richiesta da alcun governo di fornire informazioni improprie", ha aggiunto l'ex ingegnere militare, nel resoconto del Financial Times.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA