Calder e Kelly, arte e amicizia a NY

Da Lévy Gorvy le affinità elettive di due maestri del '900 Usa

(ANSA) - NEW YORK, 8 NOV - "Dear Kelly", "Dear Calder". Nella storia dell'arte del Novecento, nessun "bromance" è stato artisticamente fruttuoso come quello di Alexander Calder e Ellsworth Kelly. Per oltre vent'anni, da quando entrambi avevano vissuto a Parigi, i due artisti furono i migliori amici anche se Calder era di 25 anni più vecchio e per decenni continuarono a influenzarsi reciprocamente. Ora una mostra a New York esplora per la prima volta il loro legame.
    "Calder/Kelly", aperta dal 9 novembre al 9 gennaio nella galleria Lévy Gorvy su Madison Avenue, giustappone e accosta le sculture di Calder con dipinti su larga scala di Kelly per mostrarne affinità visive e personali. L'idea nasce tre anni fa: visitando la retrospettiva dedicata a Calder al Pulitzer Art Center di St. Louis, la gallerista Dominique Lévy e' rimasta colpita dalle assonanze con un'opera di Kelly che, senza nessuna scelta dei curatori, faceva da sfondo.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA