Cina: ex capo stato maggiore a processo

Per corruzione con ex generale indagato e suicida a novembre

(ANSA) - PECHINO, 16 OTT - L'anticorruzione cinese fa un'altra vittima illustre: Fang Fenghui, ex componente di punta della Commissione centrale militare e fino allo scorso anno capo di Stato maggiore, è stato espulso dal Partito comunista cinese per corruzione ed è attualmente sotto processo.
    Nel darne notizia, i media statali hanno riferito un simile procedimento simile e postumo contro Zhang Yang, ex capo del Dipartimento politico della stessa Commissione, impiccatosi a novembre dopo l'avvio di indagini per i sospetti di corruzione e accumulo di asset di origine dubbia. Nei suoi confronti è stata disposta la "damnatio memoriae": ritiro dello status di membro di Partito e dei militari (con l'annullamento del grado di generale), oltre alla confisca dei beni illeciti.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA