Zollner a Chiesa Italia, verità su abusi

"Manca ancora momento di chiarezza. Impegnarsi senza esitazione"

(ANSA) - ROMA, 21 AGO - "L'Italia non ha ancora vissuto un tale momento di verità riguardo l'abuso sessuale e lo sfruttamento del potere riguardo il passato. Mi auguro che queste ultime settimane, con tante notizie sconvolgenti, abbiano aperto gli occhi e il cuore anche alla Chiesa italiana e ai suoi responsabili per impegnarsi senza esitazione e in modo consistente in ciò che è una chiamata urgente del Signore a tutto il Popolo di Dio". Lo afferma padre Hans Zollner, gesuita tedesco, membro della Commissione vaticana anti-abusi e presidente del Centro protezione minori della Gregoriana.
    Intervistato dal Sir sulla Lettera del papa sugli abusi sessuali e sugli ultimi rapporti, come quello della Pennsylvania, dalle cifre impressionanti sulla pedofilia nel clero, Zollner spiega che "ovviamente troppi sacerdoti - tra il 4 e il 6% nell'arco di 50 anni (1950-2000) - hanno agito contro il Vangelo e le leggi.
    Da quando i vescovi Usa hanno preso sul serio la lotta contro questo male, dal 2002, non ci sono quasi più accuse di nuovi casi".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA