Niente gregge all'ex bandito Matteo Boe

Dopo il clamore mediatico e le polemiche salta 'sa paradura'

(ANSA) - ROMA, 19 AGO - Non ci sarà "sa paradura", l'arcaico gesto di solidarietà del mondo pastorale sardo, per l'ex bandito Matteo Boe, condannato tra l'altro per il sequestro del piccolo Farouk Kassam, tornato l'anno scorso in libertà dopo aver trascorso 25 anni dietro le sbarre. Dopo la notizia dell'iniziativa di donare 15 agnelle all'ex bandito di Lula (Nuoro), promossa dal cantante degli Istanteles Gigi Sanna, sul web è scoppiata la bufera. E il dono delle pecore, un gesto che avrebbe aiutato Boe "a ricominciare", non ci sarà. Sulla vicenda è intervenuto lo stesso Boe, che a quanto si è appreso non ha gradito tanta pubblicità. "Benché lusingato da tale nobile gesto, quale è quello de sa paradura - scrive Boe in una nota - già precedentemente alla divulgazione della notizia avevo deciso di declinare la generosa offerta, ancora inconsapevole dell'eclatante risonanza mediatica che ne sarebbe seguita, in assoluta contraddizione con lo spirito che caratterizzava e dovrebbe caratterizzare tale iniziativa".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA