Raggi, fischi non cancellano storia

Comunità ebraica solidale. Palestinesi,non ci possono escludere

(ANSA) - ROMA, 25 APR - "Noi una riflessione dobbiamo farla, abbiamo lavorato tanto per sfilare uniti, ma come comunità cittadina non siamo stati all'altezza dei nostri predecessori di 70 anni fa. I fischi non riscriveranno la storia e questo va detto". Così la sindaca Virginia Raggi dal palco di Porta San Paolo dove è giunto il corteo dell'Anpi riferendosi ai fischi che si sono sollevati quando ha preso la parola in particolare dalla delegazione palestinese. "Abbiamo tutti perso un'occasione - ha aggiunto - Le porte del Campidoglio sono sempre aperte per chi vuole dialogare. Solidarietà le è stata espressa dalla presidente della Comunità ebraica di Roma Ruth Dureghello: "E' stata fischiata - afferma - dai fascisti filopalestinesi per aver ricordato che certe bandiere non c'entrano nulla con la Liberazione". "Dispiace per i fischi ma la sindaca non può pretendere di escludere nessuno", dice il presidente della comunità palestinese di Roma Yousef Salman.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA