Comunità ha manifestato disponibilità

Operatori carcere, non ha risarcito danno ma conta disponibilità

(ANSA) - MILANO, 17 APR - Una cooperativa e una comunità hanno già manifestato la disponibilità, come anche in passato, a far svolgere "attività", anche lavorativa, a Renato Vallanzasca, il quale, attraverso il suo difensore, l'avvocato Davide Steccanella, ha chiesto al Tribunale di Sorveglianza di Milano la concessione della liberazione condizionale e in subordine della semilibertà. Lo si legge nella relazione degli operatori del carcere di Bollate, dove il 'bel René' è detenuto, depositata agli atti della Sorveglianza.
    Il carcere, infatti, ha già formulato "un programma" nel caso di "ammissione" di Vallanzasca "alla liberazione condizionale (o alla semilibertà)" con "attività lavorativa alle dipendenze della soc. coop. Opera Infiore e attività presso la comunità Il Gabbiano", nel Lecchese. La condizione economica, si legge nella relazione, "non gli ha consentito di risarcire completamente il danno né di pagare le spese di giustizia ma si prende atto della sua disponibilità a farlo".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA