Erdogan, 'ora prendiamo ai curdi Kobane'

Città simbolo della guerra curda contro l'Isis

(ANSA) - ISTANBUL, 19 MAR - I Turchi, dopo Afrin, puntano su Kobane, la città simbolo della rivincita curda contro l'Isis.
    "Conquistando il centro di Afrin abbiamo compiuto il passo più importante. Continueremo con Manbij, Ayn al Arab (Kobane, ndr), Tal Abyad, Rasulayd e Qamishli, fino all'eliminazione totale del corridoio del terrore" nel nord della Siria, ha detto Erdogan ad Ankara, sostenendo che a due mesi dall'inizio dell'operazione militare 'Ramoscello d'ulivo' sono saliti a 3.622 i miliziani curdi dell'Ypg e dell'Isis "neutralizzati" (cioè uccisi, feriti o fatti prigionieri).
    Inoltre, ha aggiunto, "abbiamo invitato Baghdad a risolvere il problema" del Pkk curdo. "Se non accadrà, interverremo anche a Sinjar", nel nord Iraq. "Una notte, potremmo entrare a Sinjar all'improvviso", ha concluso il leader turco, rievocando la stessa espressione usata prima dell'intervento militare ad Afrin.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA