Ultimo saluto di Firenze a Idy Diene

Al rito funebre il sindaco, l'arcivescovo, l'imam e il rabbino

(ANSA) - FIRENZE, 14 MAR - Firenze dà l'ultimo saluto all''Uomo del Sorriso': così l'imam Izzedin Elzir ha definito stamani, durante il rito funebre tenuto alle cappelle del Commiato, Idy Diene, l'ambulante senegalese ucciso il 5 marzo scorso sul ponte Vespucci dal pensionato Roberto Pirrone, che lo ha freddato a colpi di pistola. Una folla commossa di svariate decine di persone ha preso parte alla celebrazione. A rendere omaggio alla salma di Idy (che ripartirà per il Senegal dove nei prossimi giorni si celebreranno i suoi funerali) ed ad abbracciare la moglie e il fratello, Rockhaya e Aliou, anche il sindaco Dario Nardella insieme ai suoi assessori, l'arcivescovo Giuseppe Betori e il rabbino della comunità ebraica Amedeo Spagnoletto.
    "Idy era davvero 'l'uomo del sorriso' - ha detto l'imam Izzedin Elzir nel suo ricordo -. Una persona di pace".
    Oggi Firenze ricorda Idy anche con il lutto cittadino deciso dall'amministrazione comunale.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA