Iran: Svezia dà cittadinanza a Djalali

Convocato ambasciatore Stoccolma su medico che lavorò in Italia

(ANSA) - TEHERAN, 20 FEB - L'Iran ha convocato l'ambasciatore di Svezia a Teheran per protestare contro la decisione di concedere la cittadinanza svedese al ricercatore iraniano Ahmadreza Djalali, condannato a morte per spionaggio, definendo la mossa di Stoccolma "irrituale, sospetta e ostile". E' quanto scrive l'agenzia ufficiale della Repubblica islamica, Irna.
    L'Iran inoltre non riconosce doppie nazionalità.
    Djalali, che ha lavorato in Svezia e prima a Novara, presso l'Università del Piemonte orientale, e che si trova in carcere dall'aprile 2016, aveva pubblicamente 'confessato', sulla tv iraniana, di aver spiato a favore di Israele e di aver fornito al Mossad i nomi degli scienziati iraniani che lavoravano al programma nucleare, due dei quali furono assassinati nel 2010.
    Una condanna, quella di Djalali, condannata da molti Paesi occidentali e dalle organizzazioni per i diritti umani.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA