Russiagate: accordo Bannon con Mueller

Sarà interrogato da investigatori e per ora evita il gran giurì

(ANSA) - NEW YORK, 17 GEN - Steve Bannon ha raggiunto un accordo con il procuratore speciale che coordina le indagini sul Russiagate, Robert Mueller: l'ex stratega della Casa Bianca sarà interrogato dagli investigatori, evitando per il momento di dover comparire di fronte a una giuria. Un segnale che Bannon si sta preparando a cooperare con le indagini e che preoccupa non poco la Casa Bianca.
    Bannon si è rifiutato di rispondere a domande sulle sue comunicazioni con l'ex consigliere per la Sicurezza nazionale Michael Flynn (indagato nel Russiagate) e con l'ex capo dello staff Reince Priebus. E avrebbe fatto scena muta anche su momenti chiave come il licenziamento del capo dell'Fbi James Comey e il proprio coinvolgimento nella redazione del comunicato "fuorviante" della Casa Bianca sull'incontro alla Trump Tower fra il primogenito del presidente ed emissari russi durante la campagna elettorale. Un rifiuto che gli è costato un mandato di comparizione da parte della commissione intelligence.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA