Regista, dirigere Star Wars cambia vita

Parla Rian Johnson, Gli Ultimi Jedi in sala dal 13 dicembre

(ANSA) - ROMA, 12 DIC - Ci ha pensato un po' Rian Johnson, regista 43enne originale e innamorato dei generi, prima di accettare di dirigere Star Wars - Gli ultimi Jedi, secondo attesissimo capitolo della nuova trilogia dedicata all'universo creato da George Lucas, in sala dal 13 dicembre con Disney. A interpretare 'classici' e nuovi baluardi di questa lotta fra bene e del male, fra gli altri, Mark Hamill, Carrie Fisher (morta a dicembre 2016, poco dopo la fine delle riprese), Adam Driver, Daisy Ridley, John Boyega, Oscar Isaac, Lupita Nyong'o, Andy Serkis, Domhnall Gleeson, Anthony Daniels, Gwendoline Christie, e le new entry Kelly Marie Tran, Laura Dern e Benicio Del Toro. Quando Kathleen Kennedy, la presidente di LucasFilm, ha proposto al cineasta il film "sono rimasto a bocca aperta - spiega Johnson -. Era una decisione importante. Da una parte sentivo che era l'offerta dei sogni. Dall'altra era uno di quegli impegni che ti cambia la vita. Volevo essere certo che fosse una bella esperienza e lo è stata realmente".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA