Uber, '100.000 dlr per occultare furto'

Licenziati i capi della sicurezza

(ANSA) - WASHINGTON, 22 NOV - Uber ha ammesso oggi che per tener nascosto il furto, nell'ottobre 2016, dei dati di oltre 57 milioni di clienti ha pagato agli hacker autori dell'attacco 100 mila dollari. Lo riporta il Wall street Journal.
    La societa' ha inoltre reso noto che ha licenziato Joe Sullivan e Craig Clark, capo e vice della sicurezza.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA