Al Manzoni,'Il filo spinato dell'amore'

Dialogo con Alberoni e Sabina Negri sulla violenza sulle donne

(ANSA) - MILANO, 19 NOV - Francesco Alberoni torna a parlar d'amore. A quasi 40 anni dall'uscita del suo libro più famoso, "Innamoramento e amore", il sociologo e intellettuale è il protagonista domani, 20 novembre, al Manzoni di Milano dell' incontro-spettacolo "Il filo spinato dell'amore" di Sabina Negri e Lorenzo Loris. Con l'autrice teatrale, affronta il tema della violenza sulle donne declinato in tutte le sue sfumature e gravità, dalla semplice molestia fino al femminicidio. "La domanda che sta al fondo di questa conversazione è semplice - spiega Sabina Negri -: perché? Cosa succede nell'animo e nella mente di un uomo per arrivare alla violenza contro la sua stessa compagna?". L'incontro prende le mosse da un caso di cronaca vera, quello del dermatologo Matteo Cagnoni, 52 anni, che uccise la moglie di 39, madre dei suoi tre figli, a Ravenna. Sul palco, a rispondere alle sollecitazioni della regista, Francesco Alberoni a spiegare i meccanismi malati che portano un sentimento d'amore a trasformarsi in filo spinato.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA