Puigdemont, referendum si farà

'Risposta pacifica, violentata carta fondamentale Onu'

(ANSA) - MADRID, 20 SET - "Manteniamo la convocazione del referendum del 1 ottobre per difendere la democrazia di fronte ad un regime repressivo e intimidatorio" ha detto il presidente catalano Carles Puigdemont dopo il blitz della Guardia Civil contro il governo di Barcellona. "Ci difenderemo con le sole armi che abbiamo, la risposta pacifica e democratica dei cittadini" ha aggiunto, denunciando "una aggressione senza possibilità di difesa legale e violentando la carta fondamentale delle Nazioni Unite".
    Il presidente catalano ha poi accusato il governo di Madrid di avere "sospeso di fatto, illegittimamente, l'autogoverno della Catalogna, istaurando uno stato di eccezione: la libertà è sospesa". "E' una situazione inaccettabile in democrazia" e "una operazione coordinata per impedire che i catalani possano esprimersi in pace e libertà il 1 ottobre".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA