Iraq: 'Isis quasi sconfitta ma attenti'

Esperti a Forum ANSA-Ce.S.I, 'nuovi jihadisti, occhio ai social'

(ANSA) - ROMA, 20 SET - L'Isis è stata praticamente sconfitta militarmente in Iraq, ma non per questo la questione del terrorismo islamico è stata completamente risolta nel paese e nell'area mediorientale. Occorre mantenere la pressione perché spuntano nuove generazioni di jihadisti pronti ad infiltrarsi nella società irachena - sfruttando povertà ed ignoranza anche attraverso i social sui quali si muovono con molta destrezza - mentre i cosiddetti 'foreign fighter' tornano a casa pronti a nuove azioni devastanti in Europa.
    Queste le conclusioni dei partecipati al Forum 'La situazione attuale in Iraq e nell'area del Medio Oriente allargato', organizzato dall'ANSA e dal Centro Studi Internazionali, con esperti iracheni e italiani: i direttori degli affari politici del ministero degli esteri di Baghdad, Haider al-Barak, e del centro studi strategici dell'università di Kerbala, Khaled Olewiwi Jiad, Massimo Artini, vicepresidente della commissione Difesa della Camera, Lucio Malan, della commissione Esteri del Senato.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA