Canili: chiesta archiviazione per Raggi

Accertamenti scaturiti da denuncia Partito Animalista Europeo

(ANSA) - ROMA, 19 GEN - La Procura di Roma ha chiesto l'archiviazione della posizione di Virginia Raggi nell'inchiesta sui canili scaturita da una denuncia del Partito Animalista Europeo. Nell'indagine, si è appreso, Raggi risulta indagata per omissione in atti d'ufficio. Nell'esposto si accusava la sindaca di "non aver dato corso al bando, già vinto e assegnato con decorrenza 1 ottobre 2016, per la gestione dei canili comunali di Roma". Per il procuratore aggiunto Paolo Ielo e il sostituto Alberto Pioletti, secondo quanto si è appreso, non sussistono fatti penalmente rilevanti attribuibili alla sindaca sulla gestione del caso. Nell'esposto, il Partito Animalista Europeo aggiungeva che la sindaca "ha mantenuto rapporti istituzionali con l'ex gestore privato Avcpp che da maggio 2016 occupa abusivamente le strutture comunali impedendo con la forza fisica l'insediamento degli affidatari vincitori del bando pubblico".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA