Muore dopo aborto, medico non obiettore

Procura, dato emerge dall'esame della cartella clinica

(ANSA) - CATANIA, 20 OTT - Dai primi esami sulla cartella clinica non risulta che il medico dell'ospedale Cannizzaro si sia dichiarato obiettore di coscienza. Il dato, ritenuto di una certa importanza dalla Procura di Catania, emerge dall'inchiesta sulla morte di una 32enne deceduta il 16 ottobre scorso, dopo 17 giorni di ricovero, per delle complicazioni alla 19/ma settimana di gravidanza indotta con la procreazione assistita in un'altra struttura. La donna, incinta di due gemelli, nati morti, era alla prima gravidanza.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA